Polpetticchie 100% vegetali

Polpettine di lenticchie al sugo completamente vegetali

“Irene abbiamo Beniamino e Nicoletta a cena, ma vorremmo fare una cena leggera” mi dice mia mamma qualche giorno prima dell’evento. 

Beniamino e Nicoletta sono due cari amici di famiglia. Gusti tradizionali, classici, di casa. Penso subito ad una portata da accompagnare con del pane fatto in casa e qualche verdura e stuzzichino per antipasto. Easy.

In mente mi viene solo un sapore per la portata principale: sugo. E cosa c’è di meglio di una pietanza a base di sugo caldo da poter scarpettare alla fine con del pane integrale? Un comfort food di quelli seri! Sarà che non mangio spesso il sugo di pomodoro, nonostante io lo adori.

Il pomodoro mi richiama subito all’umami, e dunque penso ai funghi, pomodori secchi e salsa di soia. Questa triade meravigliosa e gustosissima, è alla base di questa ricetta (come di tante altre che sicuramente ancora dovrò sperimentare). 

Faccio un tuffo nella mia fantasia, e mi dico “perché no, queste saranno delle polpette dal gusto tradizionale come piace a loro, ma non saranno polpette… bensì polpetticchie!”. 

Così inizio a sperimentare, pesare, assaggiare… impiego circa 3h per fare 30 polpette, ma il risultato mi soddisfa, è come lo volevo io.

Al momento dell’assaggio nessuno ha capito che non ci fosse la carne, i primi commenti sono stati “ma come sono morbide! Cosa ci hai messo?”.

Addio polpette secche con le quali serve lo stura lavandini e 2 bicchieri di cedrato.

Benvenuta morbidezza e... sostenibilità!

Conservazione

Prima di aggiungerle al sugo, possono essere lasciare un paio di giorni in frigorifero oppure congelate. Si potranno scongelare direttamente nel sugo, lasciandole insaporire per più tempo.

Quelle già nel sugo… non avanzeranno!

Le polpette crude si possono congelare e cuocere direttamente in forno alla stessa temperatura e tempo indicate in ricetta. Vanno congelate appena formate (nell'arco di poche ore) e dureranno 3 mesi nel freezer, pronte per ogni cena dell'ultimo minuto!

Le polpette cotte (senza sugo) si possono congelare e scongelare 15 minuti in forno caldo a 180°C e poi potranno essere aggiunte al sugo.

Curiosità

Consigli

Se non si ha tempo di formare tutte le polpette, si possono realizzare dei burger, cotti in forno eserviti al piatto accompagnati da verdure o per farcire un panino.

Prep time

1h

4

servings

Ingredienti

Lenticchie già lesse, 650g
Funghi champignon puliti, 450g
Pomodori secchi, una manciata
Tamari (o altra salsa di soia), 4 cucchiai
Lievito alimentare in scaglie, 6 cucchiai
Semi di canapa, 4 cucchiai
Semi di chia (o lino) 3 cucchiai
Farina di lenticchie (o farina di ceci) 3 cucchiai
Rosmarino, prezzemolo, foglie di sedano freschi
Alloro, 2 foglie
Aglio, 2 spicchi
Scalogni, n° 2
EVO q.b.

Per il sugo:
Passata di pomodoro, 700ml circa
Basilico fresco
1 Cipolla media dorata
2 carote grandi
3 coste di sedano con le foglie
EVO q.b.

Procedimento

Per le polpette: Soffriggere lo scalogno con olio e 2 spicchi d'aglio, aggiungere i funghi tagliati grossolanamente, rosmarino, foglie di sedano e alloro. Aggiungere il tamari ed i pomodori secchi (precedentemente sciacquati e sbollentati) e continuare la cottura.

Togliere gli odori.

Prelevare 1/4 del composto e mettere da parte.

Aggiungere in padella le lenticchie e far insaporire un paio di minuti. Assaggiare e aggiustare di tamari.

Riporre il composto in un robot da cucina ed unire: lievito alimentare, prezzemolo fresco tritato, un filo di olio evo e mixare fino ad ottenere un composto morbido.

Trasferire in una ciotola ed aggiungere: semi di canapa, semi di chia,  3/4 cucchiai di pangrattato (o farina di ceci), ed i funghi cotti messi da parte (tritati finemente al coltello) e mescolare. Far riposare per 5/10 minuti, in modo da far addensare il composto grazie ai semi di chia ed al pangrattato.

Formare le polpette con le mani oliate. Il composto deve essere morbido ma non una purea, quindi eventualmente aggiungere altro pangrattato (o farina di ceci). 

La grandezza ideale di una polpetta è 3cm di diametro.

Disporre le polpetticchie su una teglia, non ci sarà bisogno di aggiungere altro olio, perché sono state usate le mani oliate per formarle.

Infornare a 200°C ventilato per circa 20 minuti.

Far raffreddare completamente a temperatura ambiente.

Per il sugo di pomodoro: Soffriggere con poco olio cipolla, carota e sedano tagliati a dadolini piccoli di 5mm (brunoise), e dopo 5 minuti di cottura a fiamma medio-alta, aggiungere la passata di pomodoro, un pizzico di sale e lasciar cuocere per almeno 30/40 minuti a fuoco bassissimo, coperto.

Tuffare delicatamente le polpette nel sugo di pomodoro, senza sovrapporle, in un tegame molto ambio, avendo cura che si riescano a ricoprire di sugo. Lasciar insaporire per 5 minuti nel sugo caldo a fuoco basso.

Impiattare delicatamente in un piatto ed accompagnare con del pane per la scarpetta!

Conservazione

Prima di aggiungerle al sugo, possono essere lasciare un paio di giorni in frigorifero oppure congelate. Si potranno scongelare direttamente nel sugo, lasciandole insaporire per più tempo.

Quelle già nel sugo… non avanzeranno!

Le polpette crude si possono congelare e cuocere direttamente in forno alla stessa temperatura e tempo indicate in ricetta. Vanno congelate appena formate (nell'arco di poche ore) e dureranno 3 mesi nel freezer, pronte per ogni cena dell'ultimo minuto!

Le polpette cotte (senza sugo) si possono congelare e scongelare 15 minuti in forno caldo a 180°C e poi potranno essere aggiunte al sugo.

Consigli

Se non si ha tempo di formare tutte le polpette, si possono realizzare dei burger, cotti in forno eserviti al piatto accompagnati da verdure o per farcire un panino.

Curiosità

No items found.
TORNA ALLE RICETTE
myMediaStudio
@marcolollob.
Privacy Policy